Trigliceridi: Ruolo nelle patologie

Nel corpo umano, alti livelli di trigliceridi in circolo sono connessi all’arteriosclerosi e al rischio di infarto del miocardio e di ischemia cerebrale. Comunque, l’impatto negativo di livelli crescenti di trigliceridi è minore di quella del rapporto crescente LDL:HDL. Il rischio può essere in parte ridotto da una proporzionalità fortemente inversa tra il livello di trigliceridi e il livello di colesterolo HDL. Un’altra patologia causata da alti livelli di trigliceridi è la pancreatite.

Linee guida

L’ American Heart Association ha pubblicato linee guida per i livelli di trigliceridi:

Livello mg/dL Livello mmol/L Interpretazione
<150 <1.69 Quantità normali, rischio molto basso
150-199 1.70-2.25 Borderline alto
200-498 2.25-5.63 Alto
>500 >5.65 Molto alto, rischio elevato

Si noti che questa informazione è rilevante per il livello di trigliceridi testato dopo il digiuno medico, dato che la concentrazione di trigliceridi resta temporaneamente più alta per un periodo dopo i pasti.

Riduzione del livello di trigliceridi

Esercizio fisico e diete ad apporto medio-basso di carboidrati contenenti acidi grassi essenziali sono raccomandati per la riduzione del livello di trigliceridi. Quando queste falliscono, olio di pesce, niacina, ed alcune statine sono consigliate per ridurle. L’assunzione precedente di alcolici può provocare tassi elevati di trigliceridi, e ridurre l’uso di alcol è comunemente raccomandato per i pazienti con elevato tasso di trigliceridi

Fonte: Wikipedia.org

>> Post più visto:
“Come ho ridotto i trigliceridi del 38%”

3 thoughts on “Trigliceridi: Ruolo nelle patologie

  1. ciao sono una ragaza di 39 anni e mi trovo oggi con i trigliceridi alle stelle ,esattamente a 686 e il colesterolo a 365 ,sono gia’ reduce di ischemia celebrale frontale all’eta’ di 34 anni. saluti maria teresa

Comments are closed.